THE BURNING

Trama: Un ex lavoratore di un campo estivo, orribilmente sfigurato a causa di uno scherzo finito male, cerca vendetta verso i responsabili della sua condanna.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

Titolo originale: The Burning
Lingua:  SUB
Anno: 1981
Paese: U.S.A.
RegiaTony Maylam

Recensione:
Quando leggi nella stessa frase “slasher”, “anni ’80” e “Tom Savini“, sai già che quello che andrai a vedere non è un film qualunque, ma uno D.O.C. Infatti stiamo parlando di The Burning, slasher con i fiocchi ancora purtroppo inedito in Italia. Uscito un anno dopo Venerdì 13 e ben 10 anni dopo Reazione a Catena di Bava, questo slasher mantiene lo stile (riprese in soggettiva del villain, morti truculente), ambientazioni (boschi, laghi) e vicende (sesso tra teenagers, vendetta ) dei suoi predecessori, andando a rafforzare il “manuale” del perfetto slasher. In seguito ad uno scherzo che lo ustiona e lo sfigura orribilmente, il custode del vecchio campeggio di Camp Stonewater ritorna sulle rive del lago per mettere in atto la sua vendetta a colpi di cesoie. “Niente di nuovo”, dirà ora qualcuno. In effetti no, anche se il buon Maylam ci depista parecchie volte su chi vivrà e su chi invece verrà sforbiciato. La storia viene infatti narrata in maniera corale, prendendo in considerazione tutto il gruppo di giovani campeggiatori, e non, come capita spesso, scegliendo i 4/5 protagonisti di turno, rendendo così meno prevedibile chi sopravvivrà alla mattanza. Detto questo, oltre a qualche buona trovata shock da parte del regista, a mettere una bella ciliegina sulla torta, ci pensa il buon Tom “Ripper” Savini, che facendo tesoro della precedente esperienza con Venerdì 13, mette in mostra un po’ di mutilazioni da gourmet. Per tutti gli amanti del genere, questo The Burning fa parte dell’ A-B-C dello Slasher quindi immancabile. Slash & Go.

Recensione scritta da Jason Bortolai Simone.
Si ringrazia Silvia Kinney Riccò per il prezioso contributo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *