MAFIA VS NINJA

A Shanghai, due modesti lavoratori si ritrovano coinvolti in una faida tra triade cinese e una gang yakuza, il cui obbiettivo è il commercio dell’ oppio nella metropoli asiatica. I due, prendendo una posizione patriottica, dovranno affrontare vari nemici tra cui un kickboxer americano, un abilissimo killer italiano, un samurai e un ninja giapponesi, oltre a svariati ninja.

Link Imdb I Link Mail.ru
Lingua:  SUB 
sottotitoli a cura di Hywel

Titolo originale: Hong men jue e zhe
Anno: 1985 I Paese: Taiwan
Regia: Robert Tai
Attori: Alexander Rei LoPhilip SoHsueh-Erh Hu

La recensione di questo capolavoro deriva dall’impagabile segnalazione del nostro utente del forum Ninja Terminator. Data la rilevanza della pellicola e la sua trashosità lo staff ha convenuto riportare la recensione postata sul forum con le dovute integrazioni.
Da Hong Kong arriva un turbinoso e geniale Ninja Movie a base di arti marziali e patriottismo cinese.
Il protagonista della storia, Jack (Alexander Lou), è un poveraccio vagabondo che vaga alla ricerca di fortuna, aiutato dal suo compare-spalla comica Charlie (Charlema Hsu) che ad inizio film lo aggredisce accusandolo di essere uno stupratore.
I due scapestrati hanno però l’occasione di entrare nelle grazie del capo-mafia di Shangai, difendendolo da un’imboscata ordita da malefici trafficanti Giapponesi guidati da un ninja-karateka (Silver How), il cui scopo è acquisire il predominio sulla città grazie allo spaccio dell’oppio.
La triade Giapponese arruola fra le proprie forze dei patetici ninja i cui poteri non sono però sufficienti ad affrontare gli sgherri della malavita cinese. Per questo motivo vengono assoldati quattro sicari: un ninja-acrobata, un samurai in ciabatte e vestaglia, l’italiano Mimmo, esperto di Kung Fu e di lancio del coltello (Silvio Azolini), ed un kick-boxer Americano (Eugene Thomas, impressionante).
I quattro sicari tendono quindi un’imboscata al capo-mafia Cinese e riescono ad assassinarlo.
I due protagonisti, dopo aver assistito alla morte del loro mentore ed allo sterminio del clan, cercheranno a tutti i costi la vendetta e la troveranno dopo una sequela interminabile di divertentissimi scontri.
Il livello qualitativo del film è incredibile sopratutto perché finalmente Robert Tai riesce dove il maestro Godfrey Ho ha fallito miserrimamente, ovvero nella coniugazione del film Ninja e del Kung Fu movie! Sì amici, questo Mafia vs ninja non ricorre a subdoli sciacallaggi o montaggi offensivi per la nostra intelligenza, vedremo realmente i ninja battersi contro l’eroe Cinese con gran sollazzo per le risibili tecniche di magia impiegate. Il film dispensa divertimento e risate a profusione: impossibile non piegarsi di fronte a Fuji il samurai, un sosia sputato di Oliver Hardy (con tanto di baffetto hitleriano) che combatte in ciabatte con una vistosa katana in plastica e che farà una morte assurda (complice un montaggio da fusi di testa), o di fronte all’impagabile scena di Jack grida “Revenge!” rivolto verso lo spettatore dopo aver scoperto la mattanza dei poveri scugnizzi della cosca. Risibile è inoltre lo scontro finale in cui i ninja usano dei ciuffi d’erba per mimetizzarsi e verranno sconfitti grazie ad un gigantesco bambù! Il suggello finale però viene offerto dai puerili artifizi di montaggio atti a velocizzare il lentissimo lottatore Afroamericano, il risultato è una delle sequenze di combattimento più trash mai viste!
Ma il film regala anche spunti socio-politici non indifferenti! La pellicola infatti risulta essere un’incredibile e comica opera patriottico-denigratoria contro i Giapponesi, il cui scopo nazionalista è quello di introdurre il consumo dell’oppio a Shangai, debitamente contrapposti ai pacati e pacifici mafiosi Cinesi, il cui scopo dichiarato è la protezione della popolazione (il boss arriva addirittura a sgridare i propri sgherri che hanno chiesto il pizzo!). Una colonna sonora roboante con assurde progressioni di basso sigilla lo splendore di tale pellicola, un must da vedere assolutamente a patto di affrontare l’autopunizione di un film in inglese doppiato con i piedi (ma fortunatamente sottotitolato in italiano dagli amici del forum)!

Recensione da Filmrbutti

Si ringrazia Silvia Kinney Riccò per il suo prezioso contributo


Altri film che ti potrebbero interessare: