I DELITTI DEL GATTO NERO

Trama: Betty torna dal supermercato per preparare il pranzo costituito da un ragazzino, Tommy. Per ritardare l’ora della propria morte, il giovane legge a questa cuoca antropofaga tre racconti horror: uno studente risveglia una mummia assassina; un gatto uccide il killer assoldato contro di lui; un pittore viola il patto del silenzio.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

Titolo originale: Tales from the Darkside: the Movie
Lingua:
Anno: 1990
Paese: U.S.A.
Regia: John Harrison

Recensione:
Uscito in originale come Tales from The Darkness: The Movie è un film horror/fantasy diretto da John Harrison con una cast che si avvale di giovanissimi attori di tutto rispetto, qui alle loro prime interpretazioni: Debbie Harry, Matthew Lawrence, Christian Slater, Steve Buscemi, persino Julianne Moore, James Remar e anche Rae Dawn Chong, con la particolare gradita e breve partecipazione anche di Mark Margolis! Questo film, anche essendo un bel trashone, è bellissimo! John Harrison ha saputo dirigere il tutto magistralmente, ma la cosa che sicuramente risalta di più è il fatto che a questa pellicola abbiano messo mano alcuni fra i migliori sul campo: Stephen King (la parte del gatto è tratta da un suo romanzo), Arthur Conan Doyle e udite udite… George A. Romero! Poi i vari protagonisti recitano benissimo e lo fanno anche i comprimari. Inoltre le tre storie che il bimbo Timmy (Matthew Lawrence) racconta a Betty (Debbie Harry) hanno comunque tutte un filo logico, anche se con molto sapore di trash. Nonostante ricorrino i soliti particolari dei film di serie b, possono essere tranquillamente ignorati dato che con la sua magica sceneggiatura, questo film ci fa vivere un mix di commedia mischiata all’horror e alla fantasia, con tanto di scene particolarmente splatter e molto sanguinolente, soprattutto nell’episodio del pittore Preston (James Remar) e in quello del gatto malefico. Anche le riprese e le inquadrature sono particolarmente belle, la fotografia è carina e poi l’episodio cornice del film, anche se forse un pò banaluccio, finisce con un bel lieto fine. Posso aggiungere che il titolo del film è il titolo del libro dal quale Timmy racconta le storie a Betty nell’episodio principale. In più nell’episodio del pittore c’è anche un bel colpetto di scena molto inaspettato e il bel micio nero farà arrabbiare parecchio colui che dovrebbe ucciderlo, fino a ribaltare completamente la situazione. Menzione d’onore per gli effetti speciali, i trucchi e la scorbutica recitazione di William Hickey, l’interprete del miliardario infelice, il signor Drogan, presente nell’episodio del gatto.

Recensione scritta da Giuseppe Rocca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *