RITORNO DALLE ACQUE MALEDETTE

Trama: Il ricercatore del paranormale Aaron Roberts (Judd Nelson) continua a soffrire per il lutto dei propri genitori, scomparsi durante la misteriosa sparizione della nave da crociera “Corona Queen”. Viene contattato dalla reporter d’ assalto Dana Elway (Janet Gunn) per un servizio esclusivo, decidendo così di raggiungere la zona maledetta.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

Titolo originale: Lost Voyage
Lingua:
Anno: 2003
Paese: U.S.A.
Regia:
 Christian McIntire

VOTO: 3 / 10
VOTO TRASH: 7 / 10

Recensione:
Ho trovato questo TV movie su youtube per caso e per mia disgrazia mi sono messo a visionare l’ intero minutaggio. Perchè uso la parola “disgrazia”? Questo horror orientato su fenomeni sovrannaturali il cui punto forte è la tensione in ambienti angusti, inscena quello che dovrebbe essere il suo punto forte si e no 3 volte in tutto il film. Brevemente. Il resto è riempimento, riempimento, riempimento. C’è una lunghissima parte di introduzione che ci fa capire chiaramente che la protagonista femminile sarà disposta a tutto pur di non essere sostituita professionalmente (mi ricorda molto la giornalista di Nella Terra dei Cannibali per fare un raffronto di puerilità), una macchietta bella e buona di sè stessa. Il protagonista è ben caratterizzato e l’ attore che lo interpreta non è proprio un cane, ma ecco che sto per parlare bene di questo film quando mi sale la bestemmia. Lance Henriksen cosa ti ha detto la testa? Perchè da Aliens – Scontro Finale sei passato a Ritorno dalle Acque Maledette? Un film girato esclusivamente in interni dove tutti gli ambienti esterni sono mostrati su video in computer grafica. No, davvero. Un film così noioso che bisogna legare la mano destra al bracciolo della sedia per evitare di mandare avanti il video usando il mouse. C’è da dire che questo inutilissimo film ha un primato: per la prima volta nella storiografia del cinema mondiale è stata messa in scena su pellicola una seduta psicologica sovrannaturale con la protagonista che rivive un trauma infantile e invece di morire, non muore e addirittura poi… sta benissimo! Prima di accingermi a scrivere questa recensione ho effettuato qualche ricerca come al solito e ho scoperto che questa pellicola è abbastanza conosciuta tra gli amanti dei film brutti, ma la cosa più sconvolgente è che ho scoperto che esiste un dvd italiano!! Pazzesco!! Hanno speso soldi per distribuire questa porcata e l’ intera filmografia (ndr: con una sola eccezione) di Herschell Gordon Lewis rimane esiliata dai confini italiani fino alla fine dei tempi! Detto questo, non posso che ritrattare tutto e dirvi che la scena finale con i fantasmini stile Casper (con la scia dietro) che svolazzano attorno alla nave tipo spermatozoi è veramente epica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *