BODYGUARD KIBA 2: APOCALYPSE OF CARNAGE

L’invincibile guardia del corpo Naoto Kiba è alle prese con una nuova delicata missione: dovrà accompagnare una giovane donna a Taiwan e sorvegliarla per una settimana mentre lei sbriga degli importanti affari. Questa la motivazione ufficiale dell’ingaggio, in realtà, non appena i due si rifugiano nella sezione di Taiwan del Karate Daito, Kiba comincia a fiutare qualcosa di strano. Dal passato riaffiora pian piano un segreto e una storia di antiche rivalità mai sopite che ancora gridano vendetta.

Link Imdb I Link Mega
Lingua: SUB

Titolo originale: Bodigaado Kiba: Shura no mokushiroku
Anno: 1994 I Paese: Giappone
Regia: Takashi Miike
Attori: Noriko AraiTaka HiguchiMegumi Sakita 
 

Takashi ma cosa mi combini? Ma quale Apocalypse of Carnage? Ma avevi fatto un “Bodyguard Kiba” davvero niente male, perchè sei andato a girare questo strazio? Il signor Hisao Maki per il quale nutro un profondo rispetto soprattutto per la capigliatura alla Bobby Solo, ha purtroppo pestato una grossa merda questa volta. Già partiamo col fatto che questo sequel è un film che non ha niente a che vedere col precedente capitolo della trilogia, ci può stare, ma poi l’ effetto telefilm dalle puntate lunghissime è inevitabile. Stesso protagonista che fa le stesse cose in situazioni e luoghi diversi. Cosa succede? Kiba viene spedito a Taipei per scortare una donna alla ricerca di suo fratello. Un po’ di intrighi e un po’ di mosse di karate sono il solo pepe che questo piatto ha da offrirci, per il resto, una imbarazzante recitazione da parte di tutti, inserendo una odiosa e mai vista peculiarità: far parlare per 3/4 del film gli attori asiatici in inglese (coi sottotitoli in giapponese!). Vedere per credere, preparatevi i fazzoletti per i pianti che farete. A questo giro Kiba si fa aiutare dal suo amico Ryo di cui non sappiamo niente a parte che è giapponese e si diverte a fare simulazioni di guerra nella giungla. Elemento assolutamente inutile, inserito per sostituire Kiba nel terzo e fortunatamente ultimo film della saga.

Scritto da Il Guardiano dello Zoo