INCONTRI MOLTO RAVVICINATI… DEL QUARTO TIPO

Tre giovanotti in vena di scherzi goliardici penetrano in un magazzino di costumi cinematografici e s’impadroniscono di tute spaziali di colore nero. I tre studenti, si camuffano da abitanti di Marte e si fingono extraterrestri inviati in missione sulla Terra per raccogliere notizie sul nostro pianeta e, in particolare, per conoscerne psicologicamente e fisicamente le donne.

Link Imdb I Link Wstream
Lingua: 
[la visione è riservata ad un pubblico maturo]

Titolo originale: Incontri Molto Ravvicinati… Del Quarto Tipo
Anno: 1978 I Paese: Italia
Regia: Mario Gariazzo (accreditato come Roy Garret)
Attori:  María BaxaMónica ZanchiMario Maranzana
 

Più che la sua effettiva qualità cinematografica, è stata sempre la difficile reperibilità ad alimentare il mito di questa commedia sexy fantascientifica di Mario Gariazzo, regista di notevole talento nel cinema bis, capace di realizzare un capolavoro del genere “lacrimarello” come “Il venditore di palloncini” passando per horror pseudoesorcistici come L’ossessa, western, mondo movie fino ad arrivare alla fantascienza con “Occhi dalle stelle”, buon prodotto italiano che all’epoca riscosse anche notevole successo. Ed è proprio a questo suo titolo che questa sorta di fantaparodia si ispira, piuttosto che alle pulsioni spielberghiane del titolo. Non a caso i tre studentelli sfigati, cacciati dall’aula dove l’avvenente professoressa Emanuelle (l’attrice serba María Baxa) sta tenendo una lezione sugli alieni, troveranno ispirazione per il loro  diabolico scherzo proprio guardando un manifesto di “Occhi dalle stelle” e, quando invece simulano nei boschi l’atterraggio di un Ufo utilizzano la sua colonna sonora (mostrando tanto di copertina del vinile) per ricreare gli effetti sonori dell’astronave. La storia si svolge quasi tutta in campagna dove la bella ufologa vive isolata con la cameriera Monica (Mónica Zanchi), qui piombano su una fuoristrada, i tre ragazzi bardati con tute nere, tubi sul casco dal vetro oscurato e una strana protuberanza sulla testa che le due ragazze all’inizio identificheranno come il pene marziano. In realtà i nostri tre extraterrestri vogliono solo farsi l’insegnante che da parte sua accetta di buon grado, in nome della fratellanza tra pianeti, il coito intergalattico. Anche la cameriera, seppur inizialmente prevenuta, verrà traviata dall’amore spaziale, interrotto quasi sempre dal cacciatore vicino di casa che non si fa i fatti suoi e alla fine verrà pure cornificato dai tre marziani. Non contente del sesso astrale Monica e Emanuelle faranno anche un pò di lesbo che in questo genere di films non deve mancare mai. Nel film appare anche Jimmy il Fenomeno in un ruolo quasi normale rispetto alle sue consuete gags, per il resto il sesso non è molto (ma pare esista una versione più hard in giro), le bellezze sono notevoli e qualche risata la strappa anche, per chi si accontenta di commedie caciarone e ignoranti. Se non altro Incontri rappresenta una variante alla solita carrellata di nomi noti del cinema comico dell’epoca ed anche la trama, nonostante tutti i difetti che si possono attribuire al prodotto, risulta almeno originale rispetto al consueto viavai di infermiere, insegnanti, dottoresse arrapate, corna vissute, sfigati e smaialati vari. In più i titoli iniziali sono arricchiti da una canzoncina sui sigari volanti che chiedono solo di scopare che vi farà letteralmente uscire di testa, anzi vi farà andare in orbita!

Scritto da Il Dottor Satana [Odorama Exploitation Movies]