ROOTS SEARCH – SHOKUSHIN BUTTAI X

L’ equipaggio di un’ astronave si imbatte nella “Green Planet”, un veivolo spaziale apparentemente deserto. L’ ispezione rivela il massacro avvenuto all’ interno dell’ astronave, Buzz è l’ unico superstite. Assieme a Buzz viene trovato il corpo di un alieno, il quale viene proiettato nello spazio per evitare ogni pericolo. Ma ormai è troppo tardi, infatti l’ alieno ha una forte potenza mentale e uno dopo l’ altro comincia ad uccidere i membri dell’ equipaggio.

Link Imdb I Link Mega
Lingua:  SUB:  [hard] [soft]
sottotitoli a cura di Vaz

Titolo originale: Rūtsu Sāchi: Shokushin Buttai Ekkusu
Anno: 1986 I Paese: Giappone.
Regia: Hisashi Sugai
Attori: Keiko HanKen’yû HoriuchiKaneto Shiozawa
 

Roots Search – Shokushin Buttai X è un OAV fantascientifico: i componenti della stazione spaziale Tolmeckius, dove vengono studiati i poteri ESP e nonostante sia enorme ha stranamente un equipaggio di sole 4 persone (fesseria della sceneggiatura #1), vanno in soccorso dell’astronave Green Planet, i cui occupanti sono stati trucidati tranne uno, l’incazzoso Buzz. La Green Planet ospita a bordo però anche un passeggero indesiderato, un misterioso alieno che si autoproclama “messaggero di Dio” e vuole uccidere chiunque, non prima di aver dato sfoggio della capacità di risvegliare i fantasmi del passato di ognuno dei malcapitati.
Tra scene allusive (vedi secondo screen), altre deliranti (quella del bacio su tutte) e un finale che in confronto al quale quello di Lost è da manuale della scrittura, Roots Search è garanzia di qualità (al contrario); del resto, spulciando i nomi dello staff, ne spuntano alcuni che hanno lavorato anche a M. D. Geist, che vi abbiamo presentato un mese fa, e il famigerato Genocyber. Stupisce invece la presenza, in qualità di direttore di produzione, del glorioso Toyoo Ashida, regista della prima serie di Hokuto no Ken e del relativo film cinematografico, uscito peraltro nello stesso anno di questa porcher pregevole opera. Misteri dell’animazione.

Recensione da BBF Forum