LA BLUE GIRL

Miko Mido è l’erede dei Miroku, un clan di ninja che padroneggia fantasiose tecniche erotiche, ma è anche la figlia del re degli Shikima, una razza di demoni libidinosi che vivono in un’altra dimensione e sono sottomessi ai Miroku. Quando il potere che permetteva il controllo sugli Shikima viene meno perché i ninja del clan rivale uccidono la nonna di Miko, la ragazza è costretta, suo malgrado e dopo essere stata aggredita sessualmente da uno dei demoni, a scendere in campo per fermare i demoni, assistita dal fedele e buffo Nin-Nin; più avanti compaiono altri antagonisti, fra cui Kugutsumen, un malvagio ninja la cui amante è una traditrice del clan Miroku, gli ultimi superstiti del clan Suzuka tramutati in cyborg e la sua rivale Fubuki Kai, continuamente in competizione con lei per superarla e dimostrare di essere la ninja più forte.

Link Imdb
Episodio 1 – L’Inferno degli oltraggi I Link Mail.ru
Episodio 2 – Nel mondo della lussuria I Link Mail.ru
Episodio 3 – La strage degli Shikima I Link Mail.ru
Episodio 4 – La spada stregata I Link Mail.ru
Episodio 5 – Nell’alcova dell’imperatore I Link Mail.ru
Episodio 6 – La furia dei cyborg I Link Mail.ru
Lingua:
[la visione è riservata ad un pubblico maturo]

Titolo originale: Injû gakuen
Anno: 1992-1993 I Paese: Giappone
Regia: Kan FukumotoRaizo Kitakawa
Attori:  Mari AkutsuMirei AsaokaAthena
 

Toshio Maeda è considerato l’artista più influente nell’ambito del manga erotico giapponese, inventore, per aggirare il divieto giapponese di raffigurare i genitali maschili, del tentacle rape (di cui sarebbe così orgoglioso da aver chiesto che sulla sua lapide sia inciso “Tentacle Master”) e autore di celebri fumetti che mescolano erotismo, azione e horror e che hanno avuto, soprattutto a cavallo degli anni ’80 e ’90, vari adattamenti animati in OAV: UroshitsujiAdventure KidDemon Beast Invasion e La Blue Girl. Quest’ultima opera è adattata in un’OAV di 6 episodi diretti da Kan Fukumoto, cui seguiranno altre due serie non tratte dall’anime, ossia Lady Blue e La Blue Girl Returns.

La sceneggiatura mescola in maniera soddisfacente azione, horror, momenti seri e siparietti comici, combattimenti e scene di sesso (a volte questi ultimi due elementi coincidono). Rispetto ad altre produzioni di Maeda, La Blue Girl ha un tono scanzonato, frutto soprattutto della caratterizzazione dei personaggi principali: Miko è a capo di un clan di ninja che usano il proprio corpo come arma, ma la cosa la imbarazza e la secca più di una volta, anche durante i combattimenti; il suo fedele aiutante Nin-Nin è un pervertito e non perde occasione per spiarla, ma in fondo ha un cuore d’oro e rischia spesso la vita per lei. Le scene di sesso sono numerose e variegate, per cui si va dai classici stupri tutt’altro che drammatici in cui la vittima si ritrova a godere ai tentacle rape (un marchio di fabbrica di Maeda, si è già detto), dalle orge che coinvolgono umani ed esseri demoniaci a rapporti omosessuali fra ragazze che ricorrono alle arti ninja per improvvisarsi futanari, e chi più ne ha più ne metta. Il character design di Kinji Yoshimoto fa il resto, regalando belle ragazze e orridi mostri.

Scritto da STAIRWAY90 [Animeclick.it]

Grazie a: Gionatan Marra



Altri film che ti potrebbero interessare: