GUINEA PIG 3: HE NEVER DIES

La terza pellicola della serie Guinea Pig narra di un impiegato giapponese che, annoiato dalla monotona vita quotidiana del sol levante, tenta il suicidio tagliandosi le vene. L’uomo non prova dolore, nemmeno dopo svariati tentativi: realizza così di non poter morire.

Link Imdb I Link Mega
Link subs Mega
Lingua: SUB 

[la visione è riservata ad un pubblico maturo]

Titolo originale: Ginî piggu 3: Senritsu! Shinanai otoko
Anno: 1986 I Paese: Giappone
Regia: Masayuki Kusumi
Attori: Shinsuke ArakiIvuMasahiro Satô
 

Rispetto ai primi due capitoli si abbandona la brutalità puntando decisi sullo shock visivo accoppiato al lato grottesco. Protagonista di questo mediometraggio è un impiegato stanco di vivere perchè vessato un po’ da tutti, decide così di farla finita, ma ben presto comprende di non poter morire. Una sorta di black comedy splatter dai toni surreali, azzeccatissimi soprattutto nel finale, per una trama basata semplicemente su una serie di automutilazioni sempre supportate da effetti speciali all’altezza.
Il lato gore è quindi presente in dose massiccia, ma non impressiona, sempre non si sia particolarmente sensibili. Il lato debole dell’operazione sta nella ripetitività di alcune situazioni: la parte centrale tra un taglio della mano e un’eviscerazione tende ad essere tirata per le lunghe, per fortuna l’epilogo, apprezzabile a patto di amare e comprendere un certo tipo di comicità nipponica, permette a “He never dies” il raggiungimento di un risultato accettabile.

Scritto da  tylerdurden73 [Filmscoop.it]


Altri film che ti potrebbero interessare: