THE DEAD NEXT DOOR

Una squadra anti-zombie viene ingaggiata dal governo per liberare le strade dai morti viventi e catturarne alcuni come campioni per essere studiati in laboratorio dal dottor Franklin, con la speranza di trovare una cura.

Link Imdb I Link Youtube
Lingua: sub
sottotitoli a cura di ladyhawke17, Assenzio751, Daitarn & Dile81 

Titolo originale: The Dead Next Door
Anno: 1989 I Paese: U.S.A.
Regia: J.R. Bookwalter
Attori:  Pete FerryBogdan PecicMichael Grossi
 

Opera prima del regista e produttore  J.R. Bookwalter che continuerà brillantemente la sua carriera con gli spettacolari trashoni Zombie Cop e Robot Ninja e una sequela di pattume filmico che sicuramente non lo lancerà nell’olimpo dei registi di culto dei b movies ma circa meno quasi. In Italia di suo, a mia memoria, sono arrivati unicamente Robot Ninja in vhs e La Casa delle Streghe (Witchouse II) in dvd per la collana Horror Club di RaroVideo. D’altra parte bisogna ammettere che il suo livello registico è di una sola spanna rispetto all’amatoriale, non quindi questo talento artistico. Detto ciò il suo esordio non può essere sicuramente bollato come film da evitare, anzi, The Dead Next Door è una vera chicca che omaggia spudoratamente tutti gli zombi movies vecchia scuola che tutti noi amiamo e che precedono la pellicola. Da Day of the Dead a La Casa, tutto il film è disseminato di citazioni e di personaggi dai nomi uguali ai personaggi più di spicco del mondo horror statunitense, come King, Romero, Raimi, Savini, Carpenter e compagnia bella. Ci stà pure un piccolo spazio per un personaggio che si chiama Jones e fa guardacaso il reverendo, citazione inequivocabile del vero santone che causò il famoso massacro di Jones Town. I veri punti di forza del film non sono la recitazioni di attori che sembrano presi a caso dai videonoleggi della zona, nè dalla colonna sonora che (seppur molto nerdosa, così tanto che piacerà ai maniaci dei videogames) svilisce la possibile atmosfera lugubre e/o ansiogena che di prassi richiede un horror, ma vogliamo parlare molto bene degli effetti speciali su cui si è concentrata al massimo tutta la produzione. Gli effetti speciali sono un vero godimento, una fiera dello splatter, un’officina di idee anche originali che sicuramente faranno orgasmare gli amanti degli zombi movies vecchia scuola. Tutta la CGI venuta dopo gli fa una pippa a questo film. Altro aspetto che personalmente premio è la sceneggiatura in puro stile videogame. Insisto con il concetto del “videogame” perchè onestamente la squadra anti zombi non può non far venire alla mente il videogioco Resident Evil, per cui ho associato anche questa sceneggiatura “a fasi crescenti” e anche a “missioni” che la squadra di volta in volta deve compiere. L’operazione risulta comunque riuscita e The Dead Next Door può essere collocato benissimo nel trash-olimpo vicino a tutti quei film tromeggianti come Surf Nazis Must Die e Non Aprite quell’Armadio, anche se di Troma in questo caso non stiamo parlando.

Scritto da Il Guardiano dello Zoo


Altri film che ti potrebbero interessare:

3 Replies to “THE DEAD NEXT DOOR”

    1. cinemazoo Post author

      ciao claudio, subito sotto la trama c’è il link a youtube evidenziato in rosso, in più il film è in inglese sottotitolato in italiano dal momento che non ha mai goduto di un doppiaggio italiano.

      Reply
  1. Willy

    Questo film è un piccolo gioiello. Porta finalmente gli zombie in un contesto piu urbanizzato.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *