BIOTHERAPY

Il  Dr. Date (Hirohisa Nakata) è lo scienziato inventore del siero “GT”, un potente medicinale in grado di potenziare esponenzialmente la crescita di animali e piante. Il “GT” ha però effetti collaterali molto pericolosi, che potrebbero minare l’ esistenza della vita stessa sul pianeta. Per questo il Dr. Date elabora una versione più stabile chiamata “GT 2“. Un alieno arriva dal futuro per impossessarsi del siero “GT” ed usarlo per estinguere la vita.

Link Imdb I Link Youtube
Lingua:  SUB 
sottotitoli a cura di Cinema Zoo

Titolo originale: Biotherapy
Anno: 1986 I Paese: Giappone
Regia: Akihiro Kashima
Attori: Jun’ichi Haruta, Yumiko Ishikawa, Hirohisa Nakata
 

Biotherpy è un rarissimo cortometraggio nipponico di circa 35 minuti girato da Akihiro Kashima, si tratta del suo unico lavoro come regista e, partendo da questo presupposto, si può facilmente immaginare quanto Biotherapy sia nato e morto un esperimento tra amici per portare su schermo qualcosa sopra gli schemi ed estremamente grottesco e demenziale. La parola “demenza” risuona spessa nel cervello dello spettatore in quanto sia la struttura sgangherata ed inconsistente, che la scarsissima credibilità che scaturisce dai personaggi della vicenda, rendono l’ intera operazione grottesca e per l’ appunto “demenziale”. Tutti questi elementi vengono trascurati in funzione di un festival degli effetti speciali splatter, di natura chiaramente artigianale. Si può affermare in un impeto di amore che Biotherapy, avendo una trama tipo spy story fantascientifica e un villain misterioso e di sembianze molto particolari (cappello e cappotto lungo), abbia subito molte influenze dal cinema fanta-crime di Ishirô Honda (il papà di Godzilla e della fantascienza nipponica) con i suoi vari Uomini H, Una Nube di Terrore e L’Uomo Elettrico. Rimane una rara perla da scoprire e diffondere, un esempio di come qualcosa di grezzo può diventare qualcosa di grezzo immerso in un bagno di sangue.

Scritto da Il Guardiano dello Zoo


Altri film che ti potrebbero interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *