HELLBOUND – ALL’INFERNO E RITORNO

Il re Riccardo Cuor di Leone sconfigge un demone inviato da Satana, frantumandone in nove pezzi il temibile “scettro del comando”. Otto secoli dopo, un detective di Los Angeles (Norris) indaga su una serie di omicidi che appaiono correlati, vittime un rabbino e otto prelati. L’investigatore segue una pista che lo conduce a Gerusalemme e ai piani satanici di un archeologo (Neame).

Link Imdb I Link Youtube
Lingua: 

Titolo originale: Hellbound
Anno: 1984 I Paese: U.S.A.
Regia: Aaron Norris
Attori:  Chuck NorrisCalvin LevelsChristopher Neame
 

questa si che è una grossa tamarrata e Chuck Norris si riconferma una vera superstar dei b-movies, questo film riprova che le sue apparizioni su schermo sono qualcosa di fondamentale per il consolidamento del mondo del trash nella cultura umana. I suoi film (mai divenuti veramente famosi) ne compongono una colonna portante. Dopo aver spaccato tutto come karateka e come ex militare ora non rimane altro al nostro eroe che vedersela con l’occulto, prendendo a calci in faccia nientemeno che un messaggero di Satana. Ebbene si perchè questo  “Prosanatos” pare che sia un demone il cui compito è portare l’apocalisse sulla terra, e per farlo ha bisogno di uno scettro che Riccardo Cuori di Leone, durante le crociate, spezzò in 9 parti e le disseminò per tutto il mondo (tipo Dragonball) tramite i fedeli templari (chissà se hanno anche pagato lo sceneggiatore per scrivere ‘sta cazzata!). Durante la ricerca di questi 9 pezzi, il diavolaccio lascia una scia di cadaveri dietro di sè, finche uno di essi non si imbatte nel sergente Shutter (Chuck Norris). Mossa sbagliata amico. Shutter vola in Israele con il suo partner molleggiato, il detective Jackson. I due poliziotti di Chicago dovranno rispondere ad un interrogatorio della polizia israeliana, ma non potranno non cedere all’ impulso di portare avanti le loro indagini, nonostante le intimidazioni dell’autorità. Gran divertimento per grandi e per piccini. Questo film, diciamolo, è un film da Rete 4 in prima serata, di Martedì. E’ questo che si merita Chuck per dare bei calcioni ma recitare come un cane (provate a sentire come recita senza essere doppiato), e per accettare ruoli come nel successivo Il Cane e il Poliziotto. Questo film, girato dal fratellino Aaron Norris, è incredibilmente esemplificativo della caratteristica faciloneria americana nel spendere soldi in effetti speciali e nomi famosi e non curare minimamente i dettagli nella sceneggiatura, quando si ha a che fare con altre culture diverse da quella targata U.S.A.. Ignoranza pura. Ve ne accorgerete subito se avrete il coraggio di vedere questo film, la cui trama dietro alla custodia del DVD (Quadrifoglio) compone la sceneggiatura completa. La figura della spalla comica (Jackson) in questa pellicola sottolinea ancora di più la staticità imbarazzante di Norris, e salva lo spettatore, di tanto in tanto dalla noia mortale, purtroppo qualcosa di esaltante succede alla fine, quando il nostro sergente Shutter scatena i suoi calci in faccia a rotazione. Dannatamente fuori tempo massimo però.

Scritto da Il Guardiano dello Zoo

 


Altri film che ti potrebbero interessare: