LA NOTTE DEGLI SPETTRI

Il Dr. Acula cerca di abbindolare i gonzi organizzando false sedute spiritiche in una casa “maledetta”. Per sua sfortuna, gli inquilini dell’abitazione sono spettri veri, che si vendicheranno facendogli fare un giro di sola andata nell’oltretomba…

Link Imdb I Link Youtube
Lingua: SUB
Sottotitoli a cura di Willygroup

Titolo originale: Night of the Ghouls
Anno: 1959 I Paese: U.S.A.
Regia: Edward D. Wood Jr.
Attori:  Kenne DuncanDuke MooreTor Johnson
 


Volete fantasmi? Volete chiaroveggenti che usano i loro poteri in sedute spiritiche? Volete scheletri fluttuanti e fulmini a non finire? Ecco il film che fa per voi! La Notte degli Spettri è uno dei capolavori brutti del mitico Edward D. Wood Jr meglio conosciuto come Ed Wood!! L’ autore di Plan 9 From Outer Space riconosciuto per essere il film più brutto della storia e il regista a cui Tim Burton ha dedicato il film biografico dall’ omonimo titolo, appunto Ed Wood. Ma torniamo alla notte fantasmosa. Questo film è da considerarsi del tutto e per tutto il seguito del leggendario La Sposa del Mostro, ritroviamo difatti con immensa gioia il mostro Lobo (sempre interpretato dal wrestler di origini svedesi Tor Johnson) qui sfigurato dalla distruzione della casa dove egli abitava con il dottor Eric Vornoff (che fu interpretato da Bela Lugosi) dedito a servire il suo nuovo padrone, il Dr. Acula Si, che c’è di strano? Il dottor Acula. Il Dr. Acula è un oscuro chiaroveggente che vi metterà in contatto con i vostri cari nell’ al di là in cambio di bei soldoni. Sia il mistico che Lobo abitano nella casa spettrale ricostruita dopo l’ incendio. Onestamente questa casa spettrale da fuori sembra una banalissima abitazione americana e da dentro invece sembra uno stabilimento con magazzini e infinite stanze. La storia seppur banalotta può reggere, si tratta di un canovaccio anche facile da mettere in scena, ma è appunto la messinscena il punto forte (??????) del film. Quasi tutte le scene in interni sono costruite tramite muri rattoppati da tappeti o pannelli di cartone messi uno affianco all’ altro, per non parlare degli esterni estremamente risicati nella loro banalità. Ma la cosa più ridicola è che non si capisce mai se la scena si stia svolgendo di giorno o di notte dato lo sconsiderato montaggio che non tiene conto del continuum temporale di cui luce e buio fanno parte. E non vi dirò nulla nè sulla recitazione degli “attori”, nè sugli effetti speciali straordinari usati. Ma sentite la storia incredibile che si cela dietro La Notte degli Spettri. Questa piccola perla è rimasta 20 anni in uno studio di post produzione, senza mai essere mostrata al pubblico. Ed è grazie al produttore Wade Williams che ciò è successo. Nel 1982 Williams venne a sapere dalla vedova di Ed Wood che c’era un film inedito del genio squinternato che non era mai stato pubblicato perchè lo studio non era mai stato pagato. A rigor di logica questo vuol dire che nenche lo stesso Ed Wood vide mai questa pellicola finita. Per concludere potrei dirvii che questo film in sè non ha senso, perchè il sequel non-sequel di un’ altro film senza senso, dato che con La Sposa del Mostro non ha assolutamente nulla a che fare oltre che ad avere personaggio che non parla per tutta la durate dei due film. Potrei dirvi che non ha senso nemmeno che sia stato realizzato nel 1959 anno in cui storie come queste avevano già stancato il pubblico che ormai era abituato a mostri a 20 zampe e invasori da altri mondi. E invece vi dico che questo film va vissuto, va mostrato e va commemorato nella sua assoluta unicità di film brutto. Guardatelo immediatamente.

Scritto da Il Guardiano dello Zoo


Altri film che ti potrebbero interessare:

One Reply to “LA NOTTE DEGLI SPETTRI”