DUE GEMELLI E UNA MONELLA

Trama: Due muscolosi gemelli (Peter e David Paul), di professione camionisti, vengono utilizzati a loro insaputa per trasportare fino a Los Angeles un carico di rifiuti tossici. Il viaggio si complica subito, ma diventa ancor più difficile quando i due scoprono di avere un clandestino a bordo: una ragazzina troppo sveglia per non combinare guai. I malvagi organizzatori del trasporto inquinante alla fine hanno il castigo che si meritano.

Link Imdb I Link Youtube
Lingua
 SUB 
Sottotitoli a cura di Hywel

Titolo originale: Think Big
Anno: 1990 I Paese: U.S.A
RegiaJon Turteltaub
Attori:  Peter PaulDavid PaulMartin Mull

Portare in ospedale una tipa incinta a bordo del proprio camion mentre tuo fratello guida e bestemmia perchè continua a ribadire che i passeggeri portano iella? Non lo avete mai visto sicuramente da nessuna parte, ma in “Think Big” lo vedrete. Che cos’è sostanzialmente questo lungometraggio? È un comedy movie con spunti dal genere action e dal genere adventure, il quale vede come protagonisti i due fratelli più amati della Hollywood degli anni ’80 e ’90. Eh si, perchè loro sono due gemelli super muscolosi e macho, ho già dedicato ad entrambi uno speciale (che trovate scorrendo nei post precedenti) e sto parlando ovviamente di Peter e David Paul. Il film è diretto da Jon Turteltaub (qui al suo primo lavoro) e le “danze” si aprono innanzitutto con una sequenza bellissima, da cartone animato praticamentente, nella quale ci viene propinata una più che tamarra canzone d’apertura cantata e scritta tra l’altro dagli stessi gemelli. Dopodichè assistiamo alla fatidica ed esilerante scena nel quale avviene il trasporto della donna incinta. Successivamente, dopo altre varie peripezie minori, i camionisti Rafe e Vic (così si chiamano nel film i gemelli Paul) si catapultano da soli in una vera e propria situazione di merda. Perchè? I due, nella consegna più importante nei loro sette anni di lavoro, hanno il compito di portare dei rifiuti tossici dalla fabbrica Techstar (un associazione che produce e sviluppa dispositivi chimico-elettronici servendosi di geni di piccolissima età) sino a San Pedro. E allora cosa potrà mai succedere in un incarico così semplice? Ma è ovvio: una ragazzina che “lavora” alla Techstar, tale Holly Sherwood (Ari Mayers), scopre che il titolare, il dr. Bruekner (Martin Mull), vuole vendere un dispositivo da lei sviluppato che è in grado di accendere e spegnere qualsiasi oggetto elettronico/meccanico a due tipi piuttosto loschi… così la ragazza decide di scappare e ovviamente per sfuggire dove potrà mai andare a rifugiarsi, se non nel mezzo dei due gemelli? È spontaneo! Da qui i due simpaticissimi bestioni avranno a che fare con scagnozzi poco credibili, un simpatico tanto quanto fastidioso David Carradine (che interpreta John Sweeney, un tizio che lavora nel recupero crediti e che vuole portargli via il camion poichè secondo lui non sono in grado di effettuare l’ultimo pagamento, anche se mancano ancora due giorni) e per ultimo ma non ultimo Squal… ehm Irving, un uomo gigantesco che lavora per Bruekner. Scusate ma la somiglianza con Squalo, uno dei villains più celebri di 007 è incredibile… ah ma è lui! Esatto, è proprio Richard Kiel! In generale il film è veramente assurdo. Per prima cosa è divertente ed esilerante e per essere un prodotto low-budget la regia è buona, le interpretazioni sono un pò troppo ridicole ma nel contesto stanno benissimo. Certo, si tratta anche di un film parecchio squallido per certi versi, difatti basti pensare alla scena del camion bloccato perchè spento sui binari mentre il treno sta per passare… e si vede chiaramente che lo stesso treno va a rallentatore. Tutti muscoli e niente cervello, dicevano! E invece no, perchè i due macho men ci regalano anche colpi di genio, soprattutto Vic nel finale. Ah, naturalmente è presente anche la rottura della quarta parete e tutte le canzoni sono azzeccatissime. Infine siamo di fronte dunque ad uno spassoso b-movie di fine anni ’80 con due protagonisti solo da amare.

Scritto da Giuseppe Rocca [Filmaniac]


Altri film che ti potrebbero interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *