COMBAT SHOCK

</p

Trama: Frankie Dunlan è un reduce della guerra del Vietnam, sconvolto da continui e scioccanti ricordi delle violenze subite e inflitte. Tornato a casa, vive in uno squallido appartamento con la moglie Cathy e con il figlio, un neonato deforme a causa dell’Agent Orangerespirato dal padre durante la guerra. Frankie è disoccupato, e ogni giorno vaga per la città in cerca di un lavoro. Tra interminabili file e colloqui con assistenti sociali, Frankie incontra Morbe, un suo vecchio amico diventato tossicodipendente, e viene inseguito da un gruppo di creditori.  La moglie lo rimprovera per non aver trovato un lavoro, e reclama da mangiare, mentre il neonato piange continuamente. Davanti alla televisione Frankie ha delle visioni orribili e impazzisce.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

Titolo originale: Combat Shock
Lingua:  SUB 
Anno: 1984
Paese: U.S.A.
RegiaBuddy Giovinazzo

Sottotitoli a cura di Tanaka

Recensione:
Il protagonista del film è Frankie,un reduce del Vietnam sconvolto dagli incubi e dai ricordi della guerra e delle torture subite; Frankie conduce un esistenza francamente misera,vive in appartamento fatiscente nella periferia degradata di New York con una moglie che lo assilla affinchè si trovi un lavoro e la smetta di ciondolare come uno zombie in attesa della fine del mondo,e con un figlio deforme da dover mantenere. Frankie è anche pressato da Paco e i suoi scagnozzi,a cui deve dei soldi,e che non perderanno occasione per pestarlo. Dopo aver cercato inutilmente un lavoro,e dopo aver chiamato il padre ormai malato per cercare un aiuto finirà con l’impazzire definitivamente,lasciando che i demoni che albergano nella sua mente prendano il sopravvento. E’ un film cupo,duro,angosciante; è un film che ti entra dentro,che ti porta a provare pena per il protagonista e dove l’orrore non è sbattuto in faccia, ma è un orrore interiore, un orrore dell’anima. Francamente non riuscivo a staccare gli occhi dallo schermo.Un film che dalla Troma non ti aspetteresti mai e per questo probabilmente ancora più bello. Fantastico il protagonista (Rick Giovinazzo) che ho trovato perfetto nella parte del reduce del Vietnam angosciato, depresso e perso in una vita che non sente più sua, ma che tenta di sopravvivere in ogni modo in un mondo a lui divenuto ostile. Bellissima l’ambientazione in una New York degradata,sporca,malandata e con delinquenti e drogati ad ogni angolo. In conclusione va ricordato poi che originariamente il film non fu altro che la tesidi Laurea di Buddy Giovinazzo col titolo di American Nightmares, e che solo in seguito fu acquistato e prodotto dalla Troma per essere immesso sul mercato degli home video. Insomma un vero Cult movie con la C maiuscola,un film che va assolutamen tevisto, senza esitazione.

Recensione scritta da Alex B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *