CLASS OF NUK’EM HIGH

A Tromaville il college Tromaville High School è situato pericolosamente vicino alla centrale nucleare. In seguito ad un incidente, la scuola viene contaminata. Uno studente beve dell’acqua e inizia a trasformarsi orribilmente. L’episodio viene però minimizzato dai dirigenti della centrale nucleare, e le lezioni continuano come se niente fosse accaduto. Ma nella centrale nucleare si coltiva anche della marijuana. Un gruppo di studenti, chiamati “I cretini”, si fornisce alla centrale nucleare e confeziona degli spinelli chiamati “lo sballo atomico”. Durante una festa, il gruppo vende uno di questi spinelli a una pudica e timida coppia di ragazzi: Warren e Chrissy. Una volta fumato i due hanno un intenso rapporto sessuale e iniziano ad avere allucinazioni. Il giorno dopo, Warren inizia a mutare e attacca “i cretini”, mentre Chrissy vomita nel bagno un orribile piccolo mostro, che una volta dentro le fogne cresce e inizia ad uccidere.

Link Imdb I Link Youtube
Lingua: 

Titolo originale: Class of Nuk’ Em High
Anno: 1986 I Paese: U.S.A.
Regia: Richard W. HainesLloyd Kaufman (accreditato come Samuel Weil)
Attori: Janelle BradyGil BrentonRobert Prichard

Cara vecchia Tromaville: il liceo, le montagne di rifiuti, la centrale nucleare…Una cartolina che riproduce un paesaggio idilliaco, almeno per un B-movie in puro stile Troma!. La cittadina del New Jersey, che già aveva fatto da sfondo al clamoroso successo di The Toxic Avenger, è teatro, questa volta, delle gesta di un gruppo di studenti alle prese con i postumi di uno sballo atomico. Nella locale centrale nucleare un incidente provoca una fuoriuscita d’acqua radioattiva che si propaga nella rete idrica dell’adiacente edificio scolastico. Il primo a farne le spese è Dewey Martin, l’occhialuto primo della classe che, bevendo il liquido contaminato, aggredisce gli altri studenti prima di gettarsi dalla finestra e sciogliersi in una poltiglia fumante. Sebbene le autorità neghino qualsiasi legame tra l’incidente e l’attività svolta all’interno di essa (in fondo, sottolinea l’obeso direttore della centrale, vi sono prove inconfutabili che in casa il ragazzo fosse quotidianamente esposto alle radiazione di ben due pericolosissimi forni a microonde), un gruppo di scioperati scoprirà presto, a proprie spese, che spacciare e fumare l’erba che cresce tanto rapidamente intorno alla centrale non è poi un’idea così brillante…Sangue e demenza si mescolano alla perfezione in un film esilarante. Kaufman e soci non fanno altro che riprendere temi e situazioni da The Toxic Avenger – a un anno dalla sua distribuzione già pietra miliare della produzione Troma – ampliandoli ulteriormente. Detto dell’ambientazione, il sobborgo di Tromaville, dal suo predecessore Class of Nuke’em High riprende anche la tematica ecologista antinucleare, destinata a diventare vero e proprio marchio di fabbrica della casa di produzione newyorkese (non è dato sapere se per genuina convinzione ideologica o per mero sfruttamento commerciale di uno spunto rivelatosi assai redditizio), coniugandolo, questa volta, col topos della violenza tra bande metropolitane e alle feste da campus. In ogni caso, la trama non è che un esile pretesto per allestire una nuova delirante galleria di violenza sesso e umorismo di grana grossissima. Addentrandosi nello specifico, gli effetti speciali sono quanto di più artigianale si possa immaginare, ma, incredibilmente, funzionano a meraviglia, regalandoci decomposizioni, teste mozzate, occhi che schizzano fuori dalle orbite e un mostro deliziosamente repellente.Il sesso, come in parecchi altri lavori della label di Kaufman e Herz , è in realtà molto più evocato di quanto non venga in effetti mostrato. La comicità è pecoreccia, ma con qualche spunto irresistibile (Qui non ci sono radiazioni – osserva Gonzo, uno dei più dementi tra gli studenti della Tromaville High School – siamo troppo lontani dalla centrale: saranno almeno quattrocento metri!). Come e più di The Toxic Avenger, Class of Nuke’em High è un film che si compiace del suo status di pellicola trash e lo ostenta, salvo poi pagare dazio con alcuni passaggi francamente imbarazzanti. Come tutti i prodotti licenziati dalla Troma, o lo si ama o lo si odia, senza mezze misure. Il successo della pellicola ha generato due sequel, entrambi inediti in Italia: Class of Nuke’em High Part II: Subhumanoid Meltdown (1991) di Eric Louzil e Donald G. Jackson, e Class of Nuke’em High III: The Good, the Bad and the Subhumanoid (1994) del solo Louzil.

Scritto da moriarty [Splattercontainer]

Grazie a Bananamassacre


Altri film che ti potrebbero interessare: