GREATFUL DEAD

Trama: Nami (Aira) è una giovane donna con numerosi complessi derivati da una disfunzione infantile.Può godere di una discreta fortuna ereditata che le permette di dedicarsi a numerosi interessi, molti dei quali risultano anormali o grotteschi. Le cose iniziano a prendere una brutta piega quando Nami si interessa morbosamente ad un signore anziano che vive da solo.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

Titolo originale: Gureitofuru deddo
Lingua:  SUB 
Anno:
 2013
Paese: Giappone
RegiaEiji Uchida

Sottotitoli a cura di Horror Pills

Recensione:
Nessuno se lo immaginerebbe ma il film nasce attorno alla figura del nonno del regista Eiji Uchida, uno dei tanti giapponesi che parteciparono al fenomeno dell’ immigrazione in Brasile sin dall’ inizio del ‘900 in poi. Come racconta il regista nell’ intervista contenuta del pregiato DVD edito dalla Third Windows Films, suo nonno si comportava come un giapponese vecchio stile, ovvero come un austero samurai che mai e poi mai faceva trapelare le proprie emozioni e viveva in una casa di legno isolato dalla comunità limitrofa. Il concetto esaminato è “morire in solitudine” una volta, ci spiega il regista, gli anziani giapponesi volevano morire in solitudine, ora invece è tutto diverso. La morte, solitudine, la vecchiaia e la follia (interessante la figura dell’ assassino che nutre i piccioni nel parco) sono temi estremamente impopolari in Giappone, ma nonostante questo il regista ha voluto andare avanti e osare di più premendo il piede sul pedale della violenza. Sebbene infatti il film inizi quasi come una commedia, per poi scivolare sul tipico weirdo giapponese, da metà film in poi assistiamo ad un vero e proprio banchetto di violenza folle con tanto di sesso e sangue. L’ attesa vale la pena!! Un film molto più profondo di come appare, è sicuramente consigliata la visione di questa innovativa pellicola indipendente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *