TESTE RASATE

Trama: Marco, un giovane della periferia romana, entra in contatto con un gruppo di naziskin e si fa sedurre dalla loro apparente forza. Entrato a far parte del gruppo, si avvita insieme a loro in una spirale di violenze nei confronti di soggetti deboli e minoranze: immigrati, ebrei e zingari.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

Titolo originale: Teste Rasate
Lingua:
Anno: 1993
Paese: Italia
Regia: Claudio Fragasso

Recensione:
Diretto da uno dei maggiori registi trash italiani, cioè Claudio Fragasso, questo film dovevo recensirlo o comunque parlarne in qualche modo. L’avrò visto ormai dieci volte e mi prende sempre! Sarà forse per il fatto che mi piace il tema e lo stile dei naziskin… boh. Comunque, nel film come protagonista abbiamo Marco, interpretato da quel raccomandato di Gianmarco Tognazzi (che come tutti sapete si è ridotto alle fiction su canale 5), poi abbiamo i personaggi secondari, come Saverio, interpretato dal grande Giulio Base ed anche la mamma di Marco, interpretata da Franca Bettoia, nonchè la vera madre del signor Tognazzi. Visto che tale pellicola è diretta da Fragasso e che tratta del tema skinheads, tutti si aspetteranno violenza inaudita, sesso nudo estremo, etc… e invece proprio no. Intanto, le scene di violenza, contate, sono circa tre (belle per carità, realizzate in modo buono, come il taglio della lingua per un nero oppure il rumeno incendiato vivo). Sceneggiatura peccaminosa e recitazione scarsa devo dire. Ho trovato interessante solo la recitazione del signor Base e abbastanza carina anche quella di Stefano Molinari (che interpreta Beppe, uno delle “teste rasate”). Il personaggio di Flavio Bucci, cioè l’ebreo omosessuale scampato dalla seconda Guerra mondiale poteva essere rilevante e certo, in quei pochi minuti che compare lo è, ma i minuti sono troppo pochi, ecco. Io al finale ci sono rimasto davvero di merda, poichè entrambi i gesti che la banda di Saverio compie, sono da vere carogne. Bello l’assalto dei rumeni e albanesi alla palestra della banda, ma si poteva realizzare sicuramente meglio. Un mio voto? Sicuramente sul 5/6 massimo. Adesso mi pongo una domanda e indeterminatamente la pongo anche a voi: Fragasso aveva necessariamente bisogno di girare questo prodotto?

Recensione scritta da Giuseppe Rocca.

One Reply to “TESTE RASATE”

  1. cinemazoo Post author

    Rispondo a Giuseppe che ha cortesemente scritto la recensione. Secondo me il fatto è che Fragasso & moglie (perchè il film è scritto da Rossella Drudi, la moglie, che accompagna sempre il marito sia nella vita privata che in quella lavorativa) avevano nasato ormai che l’ horror italiano era molto e sepolto con il 1990. Difatti l’ ultimo suo horror è stato Troll 2, poi Fragasso ha fatto Pierino Stecchino e poi questo film. Da Teste Rasate in poi la decisione della coppia è stata molto chiara, dedicarsi al cinema thriller impegnato (anche politicamente), scelta che si è rivelata fortunata visto il successo di Palermo Milano Solo Andata.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *