IL SEGRETO DI MORA TAU

Trama: Un gruppo di cacciatori di tesori marini guidati dal magnate americano George Harrison (Joel Ashley) tenta di recuperare una fortuna in diamanti dal relitto di una nave affondata sessanta anni prima al largo della costa africana. Scopriranno ben presto che la nave è maledetta ed è protetta da un equipaggio di zombie bianchi, costretti a custodire un antico idolo africano.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

Titolo originale: Zombies of Mora Tau
Lingua
Anno: 1957
Paese: U.S.A.
Regia: Edward L. Cahn

VOTO: 6 / 10
VOTO TRASH: 7 / 10

Recensione:
Il Segreto di Mora Tau
è uno di quei film da maniaci del cinema verso cui molto difficilmente uno spettatore random ha comunemente l’ occasione di sbattere contro. Si tratta di un titolo tra i più sconosciuti dell’ universo horror statunitense di fine anni ’50. Prodotto dalla Columbia e girato da Edward L. Cahn che in quell’ annata, il 1957, aveva realizzato un bel gruzzolo di cult come Woodoo Woman, Invasori Dall’ Altro Mondo e Il Mostro Dell’ Astronave. Cahn era una mano esperta e sbrigativa che girava film con una rapidità spaventosa per il ricco mercato di Hollywood, film usa e getta come questo Il Segreto di Mora Tau che, in una retrospettiva odierna, può da un lato essere valutata una pellicola di un certo garbo alla Jacques Tourneur (nell’ evitare in tutti i modi di mostrare la violenza) e da un altro lato ha però il difetto di presentare una sequela di personaggi preconfezionati, compresi questi zombi (che poi sono fantasmi) interpretati da omoni sporchi reclutati chissa dove per fare la figura dei bambacioni e non fare paura a nessuno. A malincuore devo dire che, sebbene abbia gradito la visione del film e non mi sia mai annoiato, non ho potuto fare a meno di notare alcune scene di una fattura disarmante che fanno inabissare la pellicola tra quelle invecchiate. Comunque una visione e la sufficienza se le meritano tutte. Ultima annotazione, la trama del film precede di tre decadi il film di John Carpenter, The Fog. Si, lo dovevo dire per forza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *