IL MOSTRO DELLE YUCCA FLATS

Il professor Javorsky (Tor Johnson) viene coinvolto dalle radiazioni di una vicina esplosione nucleare e diventa un mostro che cerca di assassinare chiunque gli capiti a tiro.

Link Imdb I Link Youtube
Lingua:  SUB

Titolo originale: The Beast of Yucca Flats
Anno: 1961 I Paese: U.S.A.
Regia: Coleman Francis
Attori:  Douglas MellorBarbara FrancisBing Stafford 
 

Il Mostro delle Yucca Flats è considerata, tra gli appassionati di b movies, una vera e propria gemma rara e preziosa da posizionare in un immaginario podio assieme a La Mesa delle Donne Perdute (Mesa of Lost Women) e a Plan 9 From Outer Space. Chissà come mai questo “triste” primato? Andiamo ad indagare. Prima di tutto c’è da dire che ad uno spettatore moderno questo film risulterà talmente lento ed inutile che egli si potrà benissimo permettere di fare qualsiasi cosa (compreso giocare con il cellulare a fattorie e ristoranti digitali) durante l’ intera durata del film, tanto non succede praticamente nulla. Tra un accadimento e l’ altro, il regista Coleman Francis, ha infatti deciso di filmare ogni singola cosa, come un’ auto che va da punto A a punto B, l’ auto che parcheggia, l’ autista che scende e finalmente compie l’ azione per cui è partito dal punto A. Un altro significativo aspetto, oltre al fatto che non succede nulla, è che lo spettatore più malizioso può addirittura supporre che la pellicola sia stata girata senza il sonoro, e per di più sia stato scelto di non inquadrare mai le facce degli attori mentre parlano, per poi non dover sincronizzare i dialoghi in fase di doppiaggio. Sembra. Sembra proprio così. Difatti quando parlano gli attori non si vede la bocca che si muove, le voci sono fuori campo. Come fuori campo è la voce del narratore che per tutta la durata del film non ci lascia in pace e non fa altro che descrivere le cose che già vediamo e sparare frasi solenni sul progresso dell’ uomo, per poi ogni tanto perdere la bussola e divagare. Per tutto il film c’è Tor Johnson che cammina per il deserto roccioso. Ogni tanto c’è qualche attore a caso che sparisce dopo pochi secondi. Poi di nuovo Tor Johnson che cammina. E poi alla fine c’è Tor Johnson con un coniglio. Insomma, non vergognatevi e mandate avanti veloce col tasto forward. Non cercate un significato profondo. Il film è fatto male e non esprime nulla. E’ bello così ed è unico così, certo, ma rimanre un film fatto malissimo. Comunque esplode una bomba atomica negli Stati Uniti e nessuno della zona sembra preoccuparsene…

Scritto da Il Guardiano dello Zoo


Altri film che ti potrebbero interessare: