SPOOKIES

Trama: Il film inizia con un ragazzino che corre nella foresta notturna. Billy è scappato di casa perchè i suoi genitori si sono dimenticati del suo compleanno, ma la sua corsa finirà in modo nefasto e le sue preoccupazioni saranno ben maggiori piuttosto che lo sgarbo dei suoi. Dopo questo breve preludio vediamo un gruppo di ragazzi che si introduce in una vecchia casa spettrale che gli adolescenti pensano essere abbandonata. In verità si tratta della dimora del negromante Kreon il quale userà i propri poteri paranormali per rendere la vita dei ragazzi un vero inferno.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM:

Titolo originale: Spookies
Lingua:
Paese: U.S.A.
Anno: 1986
Regia: Brendan Faulkner, Thomas Doran, Eugenie Joseph

VOTO:  6 / 10
VOTO TRASH: 10 / 10

Recensione:
Spookies è un tipico prodotto degli anni ’80 dove l’ horror era anche divertimento, soprattutto per teenager, e infatti è sicuramente quello il target a cui si rivolge questa pellicola. Gli appassionati di horror, dopo aver visionato il film in questione, non ci metteranno molto a capire che Spookies trae ispirazione da alcuni film cari ai suoi autori come La Casa et simila, per via della possessione incredibilmente simile a quella del film di Raimi. Non ho potuto fare a meno di notare anche una citazione da Alien (per la milionesima volta) per quanto riguarda la morfologia di un mostro che estrae una piccola bocca cilindrica da una più grande e multi dentata. La parte del Leone qui la fanno gli effetti speciali e in particolare il multiverso di mostri e demoni delle più disparate forme realizzati in modo molto efficace, si tratta di quei mostri dalle fattezze posticce e plasticose che hanno un di grande effetto se proiettate in un’ atmosfera tipicamente anni ’80. Le riprese di questo film (portate avanti da Faulkner e Doran) partono nell’estate del 1984 con il titolo di lavorazione “Twisted Souls“, la trama era più semplice e i ragazzi della villa non c’entravano, tuttavia il prodotto risultava di scarso mordente e il finanziatore della pellicola assunse Eugenie Joseph (che si è anche occupato del montaggio finale) per dirigere varie scene che stravolsero completamente la trama del film aggiungendo la tematica del negromante e della bella moglie addormentata. Uno spettatore dall’ occhio esperto si può difatti rendere conto che il risultato finale del film è un patchwork di varie sequenze assemblate senza un particolare conduttore logico, ma come ho detto prima la vera anima di questo film sono i mostrazzi e gli effetti speciali. Non c’è storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *