DEMONICUS

Trama: Un gruppo di turisti americani giunge all’ultima tappa della loro vacanza italiana, James (Gregory Lee Kenyon) si ritrova posseduto da un antico guerriero etrusco che risponde al nome di Tyranus, meglio conosciuto come Demonicus.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

Titolo originale: Demonicus
Lingua:
Anno: 2001
Paese: U.S.A.
Regia: Jay Woelfel

VOTO: 1 / 10
VOTO TRASH:
10 / 10

Recensione
Questa pellicola si annovera ufficialmente nei film più brutti che abbia mai visto. Non tanto perchè questo film vuole essere uno slasher / splatter dove le scene splatter si contano sulla punta delle dita, ma perchè il termine “allungare il brodo” non è mai stato così azzeccato. Ad un certo punto, prima della metà, il film si arena talmente tanto che ho pensato di aver visto la stessa scena un secondo prima. I buchi di sceneggiatura sono galassie infinite dove l’ umana mente non può arrivare. Tutta l’ operazione per un cinefilo di b-movies non può che risultare come una bruttissima copia di Violent Shit (a proposito, se volete vedere un bestione con lo spadone che va in giro ad ammazzare a caso guardatevi piuttosto Nikos The Impaler). La quasi totale mancanza di budget è confermata dalle location: zone completamente isolate del parco nazionale di Angeles in California, spacciato per “le Alpi italiane”. Cioè tutto il film è girato lì. Non c’è neanche un ufficio di polizia finto con le scrivanie di casa come nei film di Ed Wood. Va bene insomma, gli americani che usano i gladiatori etruschi come soggetto. Ok. La sorpresa è che questo schifo orrendo è stato prodotto dalla Full Moon Entertainment, casa che seppur votata notoriamente a film di serie b, è stata capace nella mia memoria di rimanere sempre al di sopra della noia mortale che mi sono dovuto sorbire durante la visione di questo film. Non so chiaramente consiglio la visione a chi si vuole fare molto male e ne sconsiglio la visione invece a quelli che vogliono qualcosa di interessante dalla vita. La cosa più pietosa oltre alla recitazione degli attori a cui tirerei delle ossa se mai mi chiedessero del cibo è la decomposizione del cadavere, citazione da La Casa di Sam Raimi. L’ unica consolazione è essere sicuri che Raimi in vita sua non avrà mai visto questa cosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *