COLPI DI LUCE

Trama: Il Dr. Yuri Soboda (Ennio Girolami) è uno scienziato espulso dalla propria università perchè ritenuto individuo pericoloso a causa dei suoi esperimenti con la tecnica del laser, per dimostrare a tutti che hanno torto, diventa un terrorista e sviluppa in segreto un cannone laser che incenerisce le persone e distrugge le cose, sfruttando a quanto sembra le insegne luminose (questo passaggio non mi è ancora molto chiaro). Tiene in scacco la città di San Francisco chiedendo esose somme di denaro per fermare gli attentati e sembra poterlo fermare eccetto un instancabile ispettore di polizia di nome Ronn Warren (Erik Estrada) che come un segugio batte ogni pista e non teme di mollare due cazzotti quando serve. Il guaio è che più si avvicina alla verità più il gioco si fa pericoloso, la sua vita e quella delle persone a lui attorno è sempre di più nel mirino di coloro che lui vuole fermare.

CLICCA IL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

Titolo originale: Colpi di Luce
Lingua: 
Anno: 1985
Paese: Italia
Regista: Enzo G. Castellari

conosciuto anche come Laser Killer

Recensione:
Colpi di Luce è un poliziesco piuttosto movimentato diretto con buona maestria dal nostro compatriota Enzo G. Castellari (“il maestro” come lo chiama a buon ragione Tarantino). Come decine e decine di film di genere italiani, questo film è un prodotto nostrano confezionato come se provenisse dagli Stati Uniti, con tanto di cast indigeno. Già di per sè la cosa più risultare molto trash, ma questo film in particolare ha uno spiccato valore trash per la presenza di nientepopodimeno che Erik Estrada direttamente dal telefilm Chips. Laser Killer non appare solamente come un prodotto “di imitazione” da dare in pasto a questi italiani così tanto esterofili, ma è un film che persino un americano può riconoscere come “suo” senza conoscerne la vera provenienza, le motivazioni di questa mia tesi sono da ricercare nella scioltezza della tecnica registica di Castellari, che dopo una vita passata a girare action e polizieschi (e non solo), è perfettamente in grado di girare un film del genere con la stessa scioltezza che avrebbe nello spalmare la marmellata sopra il pane. La vicenda è piena di azione, inseguimenti e scazzottate che primeggiano se paragonate alle sparatorie (marchio di fabbrica tipicamente italiano), forse le vicende dei personaggi e soprattutto del protagonista sono un po’ troppo esagerate e a volte strabordano nel fumettistico (penso tanti avvenimenti sconcertanti in un brevissimo periodo e la trovata dello scienziato pazzo incompreso che si vuole vendicare) ma tutto sommato chi guarda cinema expoitation è abituato e perdona facilmente questo genere di cose. Castellari parla mal volentieri di questo film che a dire il vero è uno dei più sconosciuti della sua più che onorata filmografia. Il sapore è sempre e comunque quello dei b-movie per cui gli appassionati non rimarranno certo delusi, altra cosa per coloro che cercano muscoli ed esplosioni alla Dolph Lundgren, questo è un film di un’altra “pasta” se mi permettete il gioco di parole.


Altri film che ti potrebbero interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *