CASOTTO

locandina.jpg

In una spiaggia di Ostia si avvicendano in un casotto (uno spogliatoio) alcune curiose situazioni con personaggi altrettanto curiosi.
– Due militari narcisisti si preparano a conquistare ragazze sulla spiaggia
– Due amici (Gigi Proietti e Franco Citticercano di conquistare due ragazze che sono più interessate al denaro che ai loro corteggiatori
– Un assicuratore (Ugo Tognazzi) incontra due sorelle (Mariangela e Anna Melato) per risolvere in intimità una pratica da 6 milioni
– Una famiglia cerca di combinare un matrimonio tra la loro nipote incinta (Jodie Foster) e un ingenuo ragazzo abruzzese (Michele Placido).
– Una coppia cerca di fare sesso poichè finalmente soldi dopo mesi di astinenza
– Un prete con due cazzi legge assortito passi della bibbia
– Una squadra di pallavolo femminile è allenata da un uomo grasso

Link Imdb I Link Trailer
Lingua: 

Titolo originale: Casotto
Anno: 1977 I Paese: Italia
Regia: Sergio Citti
Attori:   Catherine DeneuveJodie FosterPaolo Stoppa
 


Negli anni ’70 in Italia i film difficilmente risultavano “piatti”, potevano essere al massimo sciocchi e banali, ma anche in quel caso spesso guizzava una forte personalità e carattere nella messinscena. Casotto è un film a sè, del tutto originale e personale. Eccetto la manciata di secondi durante la quale Ninetto Davoli ci introduce nel casotto con una surreale caccia alla situazione più scaramanticamente congeniale per accendere un fiammifero, l’ intero film si svolge in questo ampio spogliatoio, senza mai più uscirne. Un voyeurismo morboso che scruta le intenzioni malcelate di tutti i personaggi che si alternano vicendevolmente e anarchicamente, all’ attenzione dello spettatore, sempre presente sul set. Il nome del regista, Sergio Citti, è indissolubilmente legato a quello di Pier Paolo Pasolini. Colleghi, amici, Citti scrive la sceneggiatura delle opere Salò o le 120 giornate di Sodoma e Accattone, Pasolini collaborò con Citti per sceneggiare altre due pellicole del regista, Ostia e Storie Scellerate. Le descrizioni dell’ italiano di allora sono quelle della commedia all’ italiana, persone che si approfittano di altre persone, che cambiano atteggiamento a seconda della situazione, che lottano per un pezzo di pane, e se quel pezzo di pane se lo mangia il cane, si fa una risata e poi ci si ingegna come si può. Casotto è una commedia grottesca dove le vergogne dei personaggi vengono svelate una volta entrati nella privacy della stanzetta, salvo sospendere quello che si sta facendo, nel caso appaiano altri, gli altri, gli sconosciuti, che si devono fare i cazzi loro. I piccoli drammi che ci sono vengono portati al grottesco dallo splendido cast (e dalle loro nudità) di cui lo spettatore può godere in questo piccolo e assurdo film. Parliamo di Ugo TognazziMariangela Melato, Catherine Deneuve, i pasoliniani Franco Citti e Ninetto Davoli, un giovane Gigi Proietti, un giovanissimo Michele Placido e una quasi irriconoscibile Jodie Foster, non chiedetemi cosa ci faccia Jodie Foster in un filmetto girato ad Ostia nel ’77. L’ intero cast, radunato tramite amici e amici di amici, ha lavorato per pochi soldi, accettando di rischiare assieme all’ intera produzione per amore del cinema. Se vi state chiedendo come fa un film girato interamente in una stanza a non annoiare ebbene è proprio grazie a questo popò di cast e alla scaltrezza della sceneggiatura scritta a quattro mani da Vincenzo Cerami e dal regista Sergio Citti. Ancora dei dubbi? Guardatelo! E’ un consiglio! C’è pure un prete con due cazzi!  

Curiosità:
In una curiosa intervista Sergio Citti rilasciata per Stracult, il regista racconta il vero finale di Casotto, ove tutti i personaggi avrebbero dovuto uscire in processione, nudi, dicendo “ce ne andiamo con le nostre vergogne”. Potete trovarla cliccando qui.

Scritto da Il Guardiano dello Zoo


Altri film che ti potrebbero interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *