LA TOMBA

MV5BZjAxOTE2Y2MtZjM0Yy00Y2RkLThhZWItYzk2NzFiYTM4YjBkXkEyXkFqcGdeQXVyMTQ2MjQyNDc@._V1_SY1000_CR0,0,576,1000_AL_.jpg

Trama: Due contrabbandieri di reliquie saccheggiano un sarcofago egiziano vendendo poi alcuni oggetti a collezionisti americani. Aprendo la tomba i due scatenano la maledizione di un demone immortale che necessita degli oggetti sacri per continuare a reincarnarsi, la sua ricerca inarrestabile arriva fino agli Stati Uniti. Il demone è dotato di innumerevoli poteri sovrannaturali letali.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

Titolo originale: The Tomb
Lingua:
Anno: 1986
Paese: U.S.A.
Regia: Fred Olen Ray

VOTO: 4 / 10
VOTO TRASH: 9 / 10

Recensione:
Spesso la sorte di noi cacciatori di b-movies si divide ad un bivio misterioso ed insidioso. Soprattutto nebuloso. I film a basso budget che visioniamo possono essere molto spassosi oppure molto, ma molto tediosi e lenti. La Tomba (da non confondersi con il film di Bruno Mattei dei 2006) rappresenta sicuramente una gran botta di sfiga.

bauerSebbene dalla trama si possa evincere una specie di boiata alla Indiana Jones, ebbene tutto quello che si può evincere non è assolutamente nulla a quello che ci si può trovare davanti al momento della visione. Una sarabanda di situazione evitabili nella sceneggiatura che creano un inutile chaos veramente scoraggiante per la visione. I dialoghi sono puerili e di quel trash che fa ridere solamente sotto assunzione di sostanze stupefacenti. Tramite sostanze stupefacenti si possono apprezzare anche i vari effetti speciali, perchè altrimenti sarebbero ben poco apprezzabili. La scusante che il film non ha la minima intenzione di prendersi sul serio non regge, per i motivi sopracitati. Nemmeno il curioso cast salva il film. Parliamo della presenza di John Carradine (altri suoi film recensiti qui), Cameron Mitchell e due attrici porno che ahimè non danno il meglio in questo film.

michelle-bauerC’è da dire che da un maestro del trash come Fred Olen Ray non ci si poteva aspettare altro e sarei un’ ingenuo se dicessi che non mi aspettavo già tutto questo associando la locandina al regista statunitense. Se siete interessati a vedere un bel film allora evitate come la peste, se avete droga sottomano allora buona visione.  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *