FULL METAL NINJA

Trama: Eagle e Leon (Pierre Kirby) sono due guerrieri che hanno in comune un grande desiderio di vendetta. Eagle vuole vendicare l’ intera famiglia uccisa dal generale Lou, mentre Leon si deve vendicare con il ninja giallo Boris (Jean Paul).  

TRAILER ORIGINALE

Titolo originale: Full Metal Ninja
Lingua
Anno: 1989
Paese: Hong Kong
Regia: Godfrey Ho (accreditato come Charles Lee)

Recensione:
Chi conosce il cinema di Godfrey Ho è senz’ altro avvezzo o addirittura conoscitore entusiasta dei suoi innumerevoli film dal titolo “Ninja qualcosa” (detti anche”Ninja -> riempi lo spazio <-“). Parliamo di un funambolo del cinema low budget che si è guadagnato un posto d’ onore tra i peggiori registi della storia. La cosa bella però è che chi lo conosce, NON lo evita. Dopo la doverosa introduzione passiamo quindi a Full Metal Ninja. Si perchè non basta Full Metal Yakuza, bisogna anche guardare Full Metal Ninja. Sia che si conosca il lavoro di Ho, sia che non lo si conosca, lo spettatore non può non accorgersi che l’ intera operazione non è altro che un taglia e cuci di due film diversi, forzosamente montati tra di loro a caso. Andiamo a titolarle a sentimento queste due pellicole per recensirle in dettaglio:

THE EAGLE VENGEANCE: BATTLE FOR LOVE AND BLOOD. Questa è la pellicola principale (quella che occupa il minutaggio più consistente) che Ho deve aver recuperato in qualche scantinato di Hong Kong (quindi NON girata da Ho), un vecchio film ambientato nella Cina medievale dove un imbattibile spadaccino di nome Eagle (nome evidentemente appioppatogli brutalmente da Ho) affronta numerose prodezze da eroe al fine di ottenere vendetta per l’ uccisione dei suoi genitori, oltre che salvare in allegato la sua amata. Il suo nemico si chiama Generale Lou (no, non Generale Lee). La sua presenza è sottolineata dalla toccata di Bach in Do minore. Si, veramente.Pellicola sul banalotto, seppur godibile per le scene di arti marziali e i gradevoli e generosi spruzzetti di sangue qua e là. Il montaggio taglia-cuci casuale lascia lo spettatore allibito davanti a certe scene senza senso. Questo film ci insegna che anche gli assassini hanno figli, e se li uccidi, uccidi un padre e poi la figlia ti cerca e però si innamora anche. Alla fine del film spunta dal nulla un monaco shaolin che spacca il culo a tutti perchè è il più bravo di tutti, poi sparisce di nuovo del tutto.

PURPLE PISTOELD NINJA VENGEANCE: Questo film girato da Ho presenta solamente attori caucasici, vestiti tutti con ridicole tute da ninja con tanto di fascetta con scritto “ninja”. Gente che non sa minimamente recitare le cui performance sembrano appositamente ridicole. I combattimenti sono goffi e dobbiamo ringraziare che siano stati velocizzati in fase di post produzione per risparmiarci almeno il tedio massimo visivo. L’ attore protagonista del film è un faccia da sberle di nome Pierre Kirby, un uomo, un fallito, a cui è stata fatta indossare sadicamente una tuta lilla pericolosamente tendente al rosa. Il suo personaggio di nome Leon deve cercare vendetta contro un certo Boris che si è trasferito nel Paese (quale Paese non è mai specificato) con l’ intento di conquistarlo. Questa sinossi buttata lì non sarà mai approfondita perchè fondamentalmente questo girato Kirby / Ho coi ninja variopinti rappresenta unicamente degli inserti di alcuni secondi all’ interno del film di cui ho parlato prima. La connessione tra questi due film è una roba oscena. Ci sono due o tre dialoghi dove Kirby fa finta di parlare con i personaggi dell’ altro film. Ebbene queste scene sono semplici e grottesche operazioni di montaggio dove Kirby è inquadrato in un’ ambiente e il personaggio con cui parla è evidentemente inquadrato in un’ altro ambiente. Il risultato di questi dialoghi, come se non bastasse è che Kirby alla fine del film impara la tecnica per far materializzare un palo. Chissà da dove lo fa uscire.

Curiosità: sul sito imdb l’ attore che interpreta lo spadaccino asiatico Eagle è accreditato come Renato Sala, cosa piuttosto improbabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *