LA MORTE DALL’ OCCHIO DI CRISTALLO

1000x1000

Trama: Da un racconto di H.P. Lovecraft. Sulla vecchia casa inglese dei Witley pesa una maledizione. Un giovanotto in visita è scettico, ma ben presto deve cedere all’evidenza dei fatti. La colpa è di un meteorite che trasforma, con le sue radiazioni, uomini in mostri, animali e piante.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

Titolo originale: Die, Monster, Die!
Lingua: 
Anno: 1965
Paese: U.S.A. / U.K.
Regia: Daniel Haller

Recensione:
Quei soliti birichini di distributori italiani ci hanno messo lo zampino un’ altra volta dando un titolo dal sapore argentiano a questa pellicola che di Argento ha ben poco. Anzi, niente. Questo film della American International Pictures (Abbreviando A.I.P.) è un classico film di fantascienza con forti tinte gotico / orrorifiche. Niente sangue e budella per intenderci, si tratta più un raffinato intrigo macabro che può essere confuso tranquillamente con una delle tante produzioni della mitica Hammer per intenderci. Non per niente il film è girato in Inghilterra nonostante la produzione sia americana. Venendo al film in sè, dovete sapere che questa pellicola è tratta dichiaratamente da “Il Colore Venuto Dallo Spazio”, celebre racconto di H.P.Lovecraft, qui riportato (secondo me piuttosto grossolanamente) in celluloide animata, un film non sensazionale ma di significativo pregio visivo, grazie al regista Daniel Haller, il quale più che essere regista era lo scenografo di Roger Corman, quando Corman diede il ben servito alla A.I.P., ecco che Haller ottenne una bella promozione e divenne regista. Il ringraziamento unilaterale va a Boris Karloff, egli con molta nonchalance padroneggia la pellicola e spicca prepotentemente reggendo sulla sue spalle tutta la pellicola, anche se costretto a recitare sulla sedia a rotelle a causa della sua ormai semi invalidità che andrà peggiorando negli anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *